Iscriviti alla newsletter



Sei gia' iscritto alla newsletter e vuoi cancellarti? Clicca qui!

Richiesta info

Nome e Cognome Telefono Email Messaggio
verification code
Ho letto e accetto l'informativa ai sensi del D.Lgs. 196/2003
WIFI Zone
NEWS » DOPO EXPO TORNARE CON I PIEDI SULLA TERRA

DOPO EXPO TORNARE CON I PIEDI SULLA TERRA

Sostenuto da una campagna mediatica di impressionanti dimensioni, garantito in ogni sua scelta, anche la meno ortodossa, da una completa blindatura di istituzioni e “influencers”, alla fine EXPO è cresciuto esponenzialmente fino al suo epilogo trionfante. Un successo di immagine che nasconde però un’intrinseca fragilità: Innanzitutto i numeri effettivi degli ingressi, lontani dalle consimili esperienze di maggior successo e quelli monetari tutti ancora da verificare.

Se il risveglio su questo versante non sarà indolore peggio ancora comporterà uscire dalla sbornia dell’autoreferenzialità territoriale ed economica di cui ha patito l’evento, che rischia di consegnare a Milano più problemi che opportunità.

Già la contiguità con l’enorme sito di Fiera Milano Rho ( su cui, visti i conti attuali, sarebbe opportuno aprire una seria riflessione) può creare un’overdose di spazi espositivi, anche polivalenti e temporanei, su cui si andrà inevitabilmente a ricadere per evitare nell’immediato il fallimento del complessivo progetto insediativo (è vero che si vagheggia una festa di capodanno ?).

Il problema è grosso e va affrontato con polsi fermi. L’immagine è una cosa l’economia un’altra. In attesa di ogni seria ipotesi di destinazione futura è necessario garantire, fatto che non è assolutamente scontato, la manutenzione e la pulizia dell’area.

Aldilà del fatto che questo compito dovrebbe essere assolto più correttamente dagli utili generati dalla manifestazione (?) oggi l’onere è in tutta evidenza in carico ai suoi proprietari (Arexpo ?). In ogni caso nessun soldo pubblico deve essere ulteriormente indirizzato su questo sito. Abbiamo già dato!  La lezione c’è stata ed è pesante.

Per esempio : quale periferia, girando in tondo alla metropoli, è uscita dai suoi disservizi e dalla sua marginalità grazie a questo evento?

Passa invece da lì la nuova frontiera del vivere civile al quale oggi concorre come uno sberleffo la destinazione, sicuramente generosa e culturalmente autorevole, dell’emolumento da senatore a vita di quel grande architetto, non a caso estraneo a EXPO, che è Renzo Piano.

P.S. Indovinello facile, facile per gli abitanti dei Comuni di prima fascia dell’hinterland milanese. Quante piste ciclabili collegano il loro centro a piazza del Duomo?

COMIS c/o Parco Esposizioni Novegro - Tutti i diritti riservati 2013 - P.Iva 08610390158